Proposte programmatiche da indirizzare ai partiti e movimenti partecipanti alle elezioni politiche 2018

Dove sei: Homepage > Correlate > Proposte programmatiche da indirizzare ai partiti e movimenti partecipanti alle elezioni politiche 2018

05-02-2018

Misure per lo sviluppo, l’innovazione e l’eguaglianza economica

1.    Parità di carriera, salariale e stipendiale di genere, anche nel settore privato in aziende con oltre 25 dipendenti.

2.    Dimezzamento progressivo, tenendo conto della compatibilità di bilancio, del cuneo fiscale per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani tra i 25 e i 35 anni.
 
3.    Progressiva abolizione, entro due  anni,  delle politiche di ‘bonus’ e loro sostituzione con interventi strutturali (es: fondi per  bonus bebè da destinare all’incremento di asili nido).

4.    Concentrazione delle risorse rivenienti da Fondi sviluppo europei su:
a.    programmi di investimenti pubblici nei settori dell’istruzione superiore, del trasporto pubblico (con priorità al Mezzogiorno), della edilizia popolare (con priorità al recupero del costruito), del riassetto ambientale (con priorità a quello idrogeologico);
b.    agevolazioni fiscali a progetti privati di investimento  nei  settori della farmaceutica,  bioingegneria, telemedicina,  logistica, edilizia, delle infrastrutture  turistiche e alberghiere, privilegiando i progetti in joint venture, nazionale ed internazionale.

5.    Favorire la partecipazione del  settore civile alla ricerca avanzata sviluppata in ambito militare, onde produrre positive ricadute in termini di formazione professionale, brevetti  e applicazioni industriali civili. Conseguente istituzione, in dimensione europea, di un Politecnico della difesa, inter-forze (Esercito, Marina, Aviazione, Arma dei Carabinieri e Corpo della Guardia di Finanza), per la formazione professionale nelle tecnologie avanzate (In particolare cybersecurity, intelligenza artificiale, ricerca aerospaziale, robotica etc-- escluse le ricerche riguardanti armi nucleari), aperto anche a studenti e docenti  non militari in possesso del NOS (nulla osta sicurezza) da costituirsi in collaborazione con i principali Politecnici e Centri di ricerca avanzata italiani ed europei. Parallela riduzione delle spese militari nell’hardware tradizionale e loro concentrazione nelle suddette tecnologie avanzate.

Misure per la libertà di scelta informata dei cittadini consumatori, utenti, risparmiatori

6.    Separazione societaria e finanziaria integrale (quindi anche  divieto assoluto di partecipazioni incrociate, condivisione di amministratori, finanziamenti reciproci) fra banche di investimento e banche commerciali (retail).   
  
7.    Divieto di ogni forma di remunerazione variabile connessa ai risultati del collocamento di strumenti finanziari nei confronti dei clienti al dettaglio.

8.    Introduzione di una disciplina semplificata e di portata generale, per tutti i tipi di strumenti di investimento, di informazione-pubblicità sui rischi dell’investimento, compresa la comunicazione degli ‘scenari probabilistici’ che hanno accompagnato la formazione dello strumento offerto ai risparmiatori.   

9.    Riforma della legge sull’usura volta a chiarirne i molti aspetti problematici. In particolare necessita di contenere il tasso soglia e, per quanto riguarda la cessione del quinto dello stipendio, necessità  di orientare il contenimento del tasso soglia di usura, rendendolo  il più possibile prossimo al tasso medio rilevato trimestrale.

10.    Nella pubblicità di farmaci senza obbligo di ricetta (‘da banco’ ), obbligo di richiamare per tipo le tre principali controindicazioni e avvertenze evidenziate nel foglio di accompagnamento nella confezione del prodotto.

11.    Nella pubblicità (non solo nelle etichette) di cibi e bevande, obbligo di indicare la presenza di eventuali ingredienti o altri componenti potenzialmente allergenici.

12.    Riforma della class action in linea con più avanzati ordinamenti europei, per rendere l’istituto  più efficace nel contrastare gli illeciti di massa e tutelare i  danneggiati. Parallele misure di  riforma dell’accesso alla giustizia civile, amministrativa e penale delle associazioni non-profit che tutelano diritti individuali e collettivi e interessi diffusi.

13.    Decisa  iniziativa in sede europea per l’introduzione, nei paesi membri dell’UE, di una adeguata tassazione  delle  transazioni finanziarie.

14.    Integrale e rapida devoluzione del fondo per i c.d. conti dormienti, istituito dalla L. 266/05, ad un fondo per i risparmiatori che hanno investito in banche in risoluzione, destinato ad indennizzare i risparmiatori vittime di frodi finanziarie ed in particolare gli azionisti delle due ex banche popolari venete.

SCARICA IL DOCUMENTO

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link